Google Consent Mode & CookieFirst

La piattaforma di gestione del consenso CookieFirst si integra con il nuovo Google Consent Mode. Inizia subito con la nostra implementazione super semplice! Dai un’occhiata qui per la nostra guida di implementazione facile e veloce per Google Consent Mode.

Il consenso sta diventando una parte sempre più importante del mondo digitale. Dobbiamo trovare un nuovo equilibrio tra la privacy online da un lato e la possibilità di pubblicità digitale dall’altro. Rendere le presenze digitali sostenibili e conformi alla nostra CMP è stata la nostra missione fin dall’inizio.

Prima del Consent Mode di Google, a volte i dati analitici venivano corrotti perché bisognava dare il consenso per permettere effettivamente di misurare certe statistiche. Google Consent Mode in combinazione con il CookieFirst CMP ti permette di ottenere un’analisi corretta e di misurare le conversioni rimanendo conforme alle normative sulla privacy dei dati come il GDPR, ePrivacy e LGPD. Anche quando usi Google Ads, Google Analytics o Google Tag Manager.

Con Google Consent Mode puoi fare in modo che il tuo sito web esegua questi servizi di Google con il consenso dei tuoi visitatori. CookieFirst e Google Consent Mode si integrano bene e semplificano la tua analisi e la gestione del consenso in una soluzione rapida. Con la nostra guida all’implementazione sarai operativo in pochissimo tempo.

Cos’è il Google Consent Mode e cosa potrebbe significare per la tua organizzazione?

Il Google Consent Mode è stato lanciato da Google il 3 settembre 2020, e il team di CookieFirst ne è davvero entusiasta. Perché, vi chiederete? In breve, ciò che Google Consent Mode fa è permettere al tuo dipartimento di marketing di lavorare con dati analitici adeguati e misurazione delle conversioni e avere un sistema di gestione del consenso conforme in atto.

È fondamentalmente un primo passo per risolvere i problemi tra marketing/pubblicità contro la privacy, senza rompere l’economia digitale. Poco prima d’ora, la raccolta massiccia di dati personali e l’uso di quei dati per la pubblicità mirata ha scatenato la richiesta di una maggiore regolamentazione della privacy. Ed è quello che sta succedendo. In quasi ogni parte del mondo questi regolamenti sulla privacy dei dati emergono ed evolvono. Rendono più difficile per i dipartimenti di marketing e vendite prendere decisioni quando non vengono raccolti dati adeguati.

L’importanza della privacy dei dati è aumentata significativamente dal 2016. Il consenso per l’utilizzo dei dati personali è richiesto da quasi tutti i regolamenti sulla privacy nel mondo. Quindi quasi tutti i proprietari di siti web e i responsabili del trattamento dei dati hanno bisogno del consenso dell’utente per poter trattare questi dati.

Con Google Consent mode e CookieFirst combinati possiamo costruire un’economia digitale migliore e più sostenibile, allontanandoci dalla raccolta massiccia di dati personali verso un sistema più dinamico basato sul consenso dell’utente senza danneggiare grandi parti dell’economia digitale.

Strumento di gestione consenso cookie | Effettua una prova gratis di 2 settimane

Effettua una prova gratis di 2 settimane di uno dei nostri piani a pagamento e crea un account gratis …

Crea un accountVedi i nostri piani

Google Consent Mode, come funziona?

Spieghiamo meglio la modalità di consenso. Google Consent Mode è in realtà un’API che prende in considerazione lo stato di consenso dei vostri utenti nella gestione del comportamento degli script e dei tag di Google che vengono utilizzati dal vostro sito web o piattaforma.

Google Consent Mode introduce due nuove impostazioni di tag. Una gestisce la gestione dei cookie per l’analitica e l’altra gestisce la gestione dei cookie per la pubblicità.

  • analytics_storage
  • ad_storage

analytics_storage

Google Consent Mode regola il comportamento dei cookie di analytics in relazione al consenso dell’utente con questa impostazione del tag ‘analytics storage’. Farà sì che Google Analytics regoli la raccolta dei dati in base al consenso di ogni visitatore.

Quando gli utenti non danno il consenso per l’impostazione dei cookie di statistica, il tuo sito riceve ancora dati di misurazione di base e non identificativi come i seguenti:

  • Timestamp delle visite degli utenti sul tuo sito
  • User agent: vedere se gli utenti sono arrivati sul tuo sito
  • Referrer: vedere come un utente è arrivato sul tuo sito
  • Vedere se la pagina corrente o precedente nella navigazione dell’utente ha informazioni di ad-click incluse nell’URL
  • Un numero casuale per ogni caricamento di pagina

ad_storage

Google Consent Mode regola il comportamento dei cookie di marketing sul tuo sito in relazione al consenso dell’utente con l’impostazione del tag ‘ad_storage’. Quando un visitatore non acconsente ai cookie di marketing o pubblicitari, Google Consent Mode regolerà la gestione dei tag di Google relativi al marketing e non utilizzerà questi cookie.

In questo caso, il tuo sito sarà ancora in grado di mostrare pubblicità contestuale che si basa su dati anonimi. Ma non è più possibile mostrare la pubblicità mirata che si basa su dati personali se gli utenti non danno il loro consenso per l’impostazione dei cookie di marketing.

Livello aggregato
Ciò che fa Google Consent Mode è permettere al tuo sito web di registrare e misurare le conversioni ad un livello più aggregato, invece che al livello dei singoli utenti. In questo modo puoi rimanere conforme al GDPR e ottenere comunque approfondimenti sulle prestazioni dei tuoi sforzi di marketing online.

Inoltre, Google Consent Mode offre l’adattamento del comportamento dei tag di Google in base alla regione specifica da cui proviene un certo utente. Quindi, se alcuni cookie possono essere impostati senza consenso per gli utenti statunitensi, ma gli stessi cookie richiederebbero il consenso degli utenti dell’UE, questo è gestito da Google Consent Mode.

Cosa è supportato da Google Consent Mode

  • Google Ads (Conversion Tracking / Remarketing)
  • Google Tag Manager
  • Google Analytics
  • Gtag
  • Conversion Linker
  • Floodlight

Combinati, Google Consent Mode e CookieFirst rendono la corretta analisi delle prestazioni e la conformità allo stesso tempo, molto più facile di prima.

Quando usi Google Consent Mode hai ancora bisogno di una piattaforma di gestione del consenso per il tuo sito web perché  la Modalità Consenso di Google è un’API aperta. Il CMP comunica le preferenze di consenso dell’utente di Gtag o Google Tag Manager che gestiscono i servizi di Google come Google Ads o Google Analytics.

CookieFirst è una profonda piattaforma di gestione del consenso con uno scanner di cookie, un gestore di script di terze parti e un gestore di consenso che offre agli utenti del tuo sito web una soluzione di consenso chiara e solida.

La CMP CookieFirst si integra con Google Consent Mode in modo semplice. Puoi leggere di più sull’implementazione qui.
Usa anche il nostro modello di Google Tag Manager per una configurazione rapida e senza problemi. Il template GTM è disponibile nella GTM Community Gallery.

Consenti ai tuoi utenti di dare il consenso per ogni categoria di cookie visualizzando il banner e il pannello del consenso CookieFirst sul tuo sito web.

Indipendentemente dalle dimensioni del tuo sito web, la modalità di consenso di Google e CookieFirst insieme rendono la conformità dei cookie facile e veloce.

La combinazione GCM – CookieFirst funziona come segue:

  • Lo scanner CookieFirst scopre i cookie presenti sul tuo dominio e li categorizza, mostrandoli nel pannello delle preferenze e nella cookie policy automatica
  • I vostri utenti possono dare il consenso per l’uso di specifiche categorie di cookie e script di terze parti attraverso un banner e un pannello di preferenze di consenso facile da usare, che contiene tutte le informazioni necessarie
  • Lo stato del consenso degli utenti viene trasmesso a Google Consent Mode e il comportamento dei tag dei servizi di Google (Ads, Analytics, Tag Manager) viene regolato di conseguenza.

I tuoi visitatori danno il loro consenso attraverso il CookieFirst CMP e lo stato del consenso viene passato a Google. CookieFirst non passa dati personali a Google, solo lo stato del consenso dell’utente e se i cookie di marketing o pubblicitari possono essere impostati per l’utente specifico.

Utilizzando Google Consent Mode e CookieFirst, un esempio:

I tuoi visitatori arrivano sul tuo sito web e ti viene proposto il pannello di consenso CookieFirst. A seconda delle vostre impostazioni, sia il banner che il pannello mostrano quattro categorie di cookie per i quali si può dare il consenso, e anche l’intera lista di cookie con le loro descrizioni.

Il visitatore sceglie di dare il consenso per l’impostazione dei cookie necessari, ma decide di non dare il consenso per i cookie analitici e pubblicitari. Il CMP CookieFirst impedisce a questi script di monitoraggio di attivare i cookie e rispetta le preferenze di consenso dell’utente.

Il prossimo passo è che CookieFirst invii lo stato di consenso dell’utente specifico a  la Modalità Consenso di Google e in base a questo stato di consenso la gestione della raccolta dei dati da parte di Google Analytics, Google Tag Manager o Google Ads viene regolata.

Il risultato è che l’utilizzo di Google Consent Mode e CookieFirst vi permetterà di continuare a ricevere dati analitici e di performance reali a livello aggregato, pur rimanendo conformi alle norme sulla privacy. I vostri sforzi e programmi di marketing basati sui dati hanno ancora dati affidabili per una corretta misurazione e statistiche, in modo che il vostro dipartimento di marketing possa prendere le giuste decisioni.

Prova subito Google Consent Mode e CookieFirst
Rendi il tuo marketing online accurato e conforme con la nostra soluzione combinata

Google Consent Mode si integra con il CookieFirst CMP

Sei un’agenzia, un programmatore web o un altro tipo di rivenditore?

Guadagna il 30% di commissione, dai un’occhiata al nostro programma per rivenditori o contattaci per un numero di clienti superiore a 500

Calcola il tuo guadagno

La privacy e il vero consenso sono il futuro, la pubblicità mirata potrebbe finire

Con l’introduzione di Google Consent Mode, il gigante tecnologico globale porta più sostenibilità all’economia digitale pur essendo al centro di essa.

La raccolta di dati in eccesso va avanti da molti anni e su scala globale. È solo negli ultimi anni che il pubblico è diventato più consapevole di questo. Le violazioni dei dati e l’abuso di dati in eccesso fanno parte delle notizie globali quasi ogni settimana negli ultimi anni.

Di conseguenza, le normative internazionali sulla privacy e le leggi sui cookie stanno emergendo in tutto il mondo, per porre fine a questa raccolta massiccia e incontrollata di dati.

Il consenso è ora al centro della legge sulla protezione dei dati dell’Unione europea, il GDPR.

Google Consent Mode e ad-blocking

Il CookieFirst CMP è un modo efficiente e sicuro per rendere i siti web conformi alle leggi sulla privacy dei dati, dando all’utente finale il controllo sull’abilitazione del tracciamento di terze parti e dei cookie, tramite consenso.

Ma quando i visitatori decidono di non dare il consenso per l’impostazione di cookie di marketing, analitici o pubblicitari, tutte le loro informazioni di visita vengono bloccate dalla registrazione. E allora si perde un’accurata informazione globale sui visitatori, come quanti visitatori si sono avuti su certe pagine web. Questo tipo di informazioni è cruciale per molte organizzazioni.

Quello che doveva essere risolto era il problema di far coesistere la privacy dei dati e la pubblicità digitale. Questa nuova normalità è ciò che finora non era stato realizzato. E certamente non dai browser focalizzati sulla privacy o dagli ad blocker. Sarà più probabile che in futuro la pubblicità digitale si sposterà dalla pubblicità mirata a quella contestuale che non si basa sui dati personali del visitatore.

Google ci aiuta a trovare questo nuovo equilibrio

Da quando Google ha lanciato il suo nuovo Google Consent Mode il 3 settembre 2020, non devi più scegliere tra la privacy dei dati e l’ottimizzazione dei tassi di opt-in per una migliore misurazione e analisi. Il panorama legale di internet sta cambiando e Google si adatta ad esso per abbracciare la protesta del pubblico per una maggiore protezione degli utenti.

Ora, se si combina CookieFirst con Google Consent Mode, si può essere conformi alle leggi sulla protezione dei dati come il GDPR, CCPA, LGPD e altri e anche continuare a ottenere dati accurati sulle prestazioni. Un sogno che si avvera per CookieFirst da offrire a voi come nostri clienti.

Domande frequenti

Cos’è Google Consent Mode?

Google ha sviluppato un’API aperta che permette al tuo sito di eseguire i servizi di Google come Google Ads, Google Tag Manager e Google Analytics in base allo stato del consenso dei tuoi visitatori. Il Google Consent Mode combinato con la tua piattaforma di gestione del consenso regola il comportamento degli script e dei tag di Google da attivare o meno.

Google Consent Mode, come funziona?

CookieFirst invia lo stato del consenso dei tuoi visitatori a Google Consent Mode. Solo le specifiche del consenso del visitatore vengono inviate a Google, non ci sono dati personali trasmessi quando un visitatore decide di non permettere l’impostazione di cookie pubblicitari o di marketing.

CookieFirst

Ottenere il consenso prima di caricare script di monitoraggio di terze parti

CookieFirst mira a rendere la conformità a ePrivacy e GDPR facile e veloce da implementare. La piattaforma CookieFirst offre la gestione di script e consenso di terze parti, statistiche, scansioni periodiche dei cookie, dichiarazione automatica dei cookie, personalizzazione dei banner, opzioni multilingue e altro ancora. Evitate grosse multe e ottenete il consenso prima di caricare script di monitoraggio di terze parti – provate CookieFirst!